D 442.401

La locomotiva D.442 è stata una locomotiva Diesel per servizi di linea delle Ferrovie dello Stato italiane. Il primo periodo del secondo dopoguerra vide le FS impegnate nella ricostruzione delle linee e degli impianti devastati dal recente conflitto. Procedeva parallelamente la progettazione di nuovi rotabili di trazione più economici di quelli a vapore. Le maggiori aziende del settore, OM, Fiat, Breda e Ansaldo oltre a dare seguito alle commesse progettavano e realizzavano anche macchine sperimentali in proprio alla ricerca di soluzioni innovative da proporre alle stesse Ferrovie dello Stato. La D 442 fu una macchina sperimentale progettata e costruita dalla Ansaldo nella prospettiva di collocarsi nella fascia alta di rotabili di potenza. La D 442 venne costruita nel 1957 dotandola di due potenti motori sovralimentati Maybach, con una potenza complessiva di ben 2400 CV, che l’Ansaldo produceva su licenza tedesca. Provata a lungo sulle linee del nord-Italia nel 1960 venne acquisita entrando a far parte del parco delle Ferrovie dello Stato come D 442.4001. L’innovativa livrea dei D 442 si staccava dagli schemi classici delle FS: era caratterizzata sul frontale da due grossi baffi bianchi che le fruttarono il soprannome di “Baffone” da parte dei ferrovieri. Dopo l’esperienza positiva maturata con le D 341 e la valutazione dei sistemi di trasmissione idraulica delle D 342 e D 442, le Ferrovie dello Stato, commissionarono all’industria privata la costruzione di locomotive multiruolo economiche scegliendo una potenza installata tipo di 1000 CV. L’esperimento di Ansaldo rimase pertanto al solo stato di prototipo.

Modello disponibile!

148-d442ansaldo4001